e-bike Marchio Audi – Produzione italina

Il crescente interesse per la mobilità sostenibile costituisce un potente stimolo allo sviluppo di progetti per mezzi di trasporto innovativi e la e-bike è tra i protagonisti del cambiamento. Le numerose proposte già sul mercato, sebbene interessati per specifiche soluzioni adottate (autonomia, tempi di ricarica, velocità, maneggevolezza, ecc.), valutate globalmente sembrano quasi sempre insoddisfacenti.
La e-bike presentata
in anteprima mondiale al Wörthersee 2012, raduno/evento più importante per le auto del Gruppo Volkswagen, rompe decisamente gli schemi. La Audi e-Bike Wörthersee è il massimo da tutti i punti di vista, un concept innovativo, molto più di una city-bike a pedalata assistita, è un mezzo ad alte prestazioni pensato per lo sport, il divertimento e le acrobazie.
Un concentrato di tecnologia, telaio e ruote in carbonio a tessitura differenziata nelle varie zone, per ottenere specifiche caratteristiche di elasticità e rigidezza, sospensioni ad aria escursione 130 mm, freni a disco idraulici, sella ad altezza regolabile con comandi al manubrio, propulsore a tre modalità di attivazione (Pure, Pedelec, eGrip), potente faro led integrato nel manubrio, tutto controllato da un computer di bordo touchscreen che garantisce un controllo totale del mezzo.
Il peso è di appena 26 Kg (betteria incluisa), il 30% in più di una biammortizzata standard. Il motore installato raggiunge un
picco massimo di 2.3 kW, un record tra le biciclette elettriche, e può giungere ad una velocità di 80 Km/h, con una autonomia di 50/70 chilometri ed un tempo di ricarica di appena 3 ore.


Rappresenta il progetto più avanzato nel segmento delle e-bike, ma la notizia ancora più entusiasmante è che sarà realizzata negli stabilimenti Ducati di Borgo Pani
gale, vicino Bologna.
Potrebbe essere l’inizio di una rivoluzione per Ducati, visto che negli stabilimenti la potenzialità per nuove linee produttive c’è e l’intenzione di puntare su un segmento innovativo dalle interessanti prospettive di crescita rappresenta sicuramente una buona notizia.
Del resto è opinione sempre più diffusa che la realizzazione di un vasto piano di investimenti per la riconversione ecologica delle città potrebbe costituire un fattore decisivo per l’uscita dalla crisi e la diffusione dell’uso della bici costituisce un fattore chiave. La tesi trova conferma in un recente studio condotto dal dipartimento dei
trasporti di New York, nei quartieri della città dove sono state realizzate nuove piste ciclabili il giro d’affari delle piccole attività commerciali è aumentato del 50 per cento.

Facebook Comments