Giangi’s Park

L’infaticabile Giangi ha realizzato un nuovo avvincente sentiero nel bosco di Grotte Cerqueta, sulle pendici di Sant’Angelo Romano, il Cerqueta trail, portando a tre il numero di tracce che scendono la collina serpeggiano tra alberi e speroni rocciosi.E’ diventato ormai un piccolo bike park, il Giangi’s Park, sempre più frequentato dagli amanti delle discese complicate. Si tratta infatti di sentieri stretti e tortuosi, sui quali è impossibile raggiungere velocità elevate, i numerosi passaggi su radici e roccia esposta richiedono più che altro buone doti di equilibrio e capacità di guida tecnica.

La traccia del percorso con partenza da Monterotondo


Partendo da Monterotondo si possono percorrere tutti e tre i sentieri in un itinerario di circa 30 chilometri, con poco meno di mille metri di dislivello cumulato. Una impresa alla portata (quasi) di tutti, poco meno di quattro ore di emozioni intense, soprattutto se alle discese del Giangi’s Park si associano il passaggio sulla traccia del gas e il rientro sul trail veloce nel bosco di Gattaceca.

Giangi track

E’ il percorso storico, il primo ideato dalla mente fervida del Giangi, quindi il più conosciuto e apprezzato dai bikers locali che lo affollano sempre più numerosi. Diversi passaggi su radici e roccia esposta lo rendono particolarmente insidioso dopo la pioggia, mentre lo scollinamento di metà discesa costringe ad uno sforzo di gambe e fiato non indifferente.

Veronica’s track

Il Veronica è il secondo sentiero in ordine cronologico ed il più armonioso. Fondo terroso con poca roccia affiorante, il più sicuro in condizioni di umidità elevata ma due ripidoni a picco tengono alta la tensione di guida.

Cerqueta trail

L’ultimo ed il più cattivo. Numerosi passaggi su rocce affioranti, con curve strette tra tronchi e pareti scoscese. A rincarar la dose, continui e repentini cambi di pendenza, tra discese a picco e brevi tratti in salita. Una bella prova, solo i bikers più esperti riescono a percorrerlo rimanendo in sella.

Facebook Comments
Condividi:
Share