Cassetta Sunrace MX8 11-46: Il monocorona per tutti!

Fin dalla sua uscita, il sistema monocorona è stato oggetto di dibattito, soprattutto tra chi ama avere un range molto esteso di rapporti, definendolo spesso solo “una moda”. 

Io stesso ero tra quelli che riteneva il sistema a doppia corona il migliore ma quando ho comprato la mia nuova bike, ho voluto provare il monocorona anche per dare un giudizio personale al sistema, e dopo un anno di utilizzo e soprattutto dopo l’ultimo upgrade, non tornerei più alla doppia per svariati motivi, ma in primo luogo perché mi ci trovo bene ed è quello che più conta, perché si va in bici per il proprio piacere e non per essere alla moda e piacere agli altri… 

L’evoluzione dei sistemi 

I primi sistemi a 10 velocità avevano cassette con pignone più grande da 36 ed in effetti ponevano dei limiti notevoli al range dei rapporti creando una vera “coperta corta”, ovvero, mettendo corone piccole si aveva una bici con rapporti agili ma senza allungo e viceversa, montando corone grandi la bici diventata dura da portare su salite molto ripide.

Questa situazione limitava l’utilizzo dei sistemi mono solo a pochi, in particolare agli agonisti XC, costringendo spesso a cambiare la corona in base al percorso che si andava ad affrontare, ma non sempre era possibile provare il percorso gara e quindi, o si andava allo sbaraglio, o si tornava alla doppia.

Dopo un periodo di tempo cominciarono ad uscire i primi pignoni “maggiorati”,  da inserire nella propria cassetta per allungare un po’ questa famigerata “coperta corta”, ma anche con questa soluzione i problemi non erano risolti del tutto… Per montare questi pignoni spesso era necessario apportare modifiche alla cassetta togliendo uno dei pignoni più piccoli e questi accorgimenti potevano portare problemi nella cambiata e nell’affidabilità, anche se nel tempo i sistemi sono migliorati e tutt’oggi in molti li usano.

L’avvento del cambio ad 11 velocità e cassette che arrivavano fino a 42 denti ha permesso un ulteriore salto di qualità del sistema mono ed ha allungato ancora di più il range di rapporti disponibili, ma gli amanti della doppia e chi aveva bisogno comunque  di range molto più ampi, non era ancora soddisfatto.

Un grande balzo in avanti è arrivato da SRAM, con la trasmissione eagle a 12 rapporti (10-50), che copre di fatto lo stesso range di un sistema a doppia corona (range 500%) di qualche tempo fa, ma il suo prezzo è molto elevato, anche perché è necessario cambiare totalmente la trasmissione e rimane anche questa una soluzione per pochi.

Sono arrivate poi cassette da 11V e pignone grande, da 46 denti, quindi con range di rapporti disponibile a metà tra una 12V ed un classico 11V. Questi sistemi ad ampio range sono comunque costosi, seppur più economici di un 12V, parliamo per esempio della cassetta e13, che rimane uno dei migliori sistemi al momento con dentatura 9-46 ed un peso inferiore ai 300gr. Sulla scia di e13 anche un’altra azienda italiana sta per mettere sul mercato un pacco con range molto esteso e peso contenuto, parliamo del pacco pignoni INGRID con dentatura 10-46 ed anch’esso con un peso che si attesta sui 300gr (dati provvisori in attesa dell’uscita ufficiale), ma i prezzi sono lo stesso in linea con la tipologia di prodotto è quindi di fascia medio alta.

Quest’anno alcune case produttrici hanno finalmente messo a catalogo delle soluzioni per “tutti”, ovvero cassette con pignone a 46 denti ad 11V ed un prezzo popolare, tra queste SHIMANO con la sua cassetta M8000 11-46 e la SUNRACE con la MX8 sempre con rapportatura 11-46, entrambe con prezzi inferiori a 100€. 

pacco-pignoni-11-velocita-shimano-xt-cs-m8000-11-46t

 

In cosa si differenziano? 

La differenza tra le due cassette è il materiale di cui sono composte e la rapportatura, in particolare degli ultimi pignoni. La SHIMANO è composta da alcuni pignoni in alluminio ed altri in acciaio ma la SUNRACE in alluminio ha solo l’ultimo pignone, lo spider ed i distanziali, mentre per quanto riguarda la rapportatura riportiamo di seguito l’elenco dei pignoni montati su ogni cassetta:

  • SHIMANO: 11-13-15-17-19-21-24-28-32-37-46
  • SUNRACE: 11-13-15-18-21-24-28-32-36-40-46

Da come si può notare sulla cassetta SHIMANO vi è una differenza importante tra ultimo e penultimo pignone, 9 denti per la precisione, mentre sulla SUNRACE sono solo 6 e questa differenza, soprattutto per chi pratica giri AllMountain dove le salite sono spesso molto ripide e lunghe, non è da sottovalutare, in quanto non avendo una via di mezzo, tra 37 e 46, si rischia di dover usare troppo spesso il 46 e trovarsi a pedalare con cadenze molto elevate laddove con un 40 si potrebbe salire con ritmi meno elevati senza faticare troppo; proprio questo è stato il motivo per cui ho scelto la SUNRACE per la mia Heckler. Altri amici invece hanno scelto la SHIMANO proprio per questo “scalino”, perché per il loro utilizzo avere una trasmissione che scendesse rapidamente di rapporto era un vantaggio. Mi raccontano per esempio che dopo uno strappo durante una gara XC con due click la loro trasmissione è pronta sul pignone 32 mentre con la SUNRACE di click  ne dovrebbero fare 3, quindi uno in più. Potrebbe essere una scelta non condivisa da molti, ma per i suoi gusti ed esigenze ha senso. 

Sunrace MX8

  • Materiale: acciaio(1-10)/alluminio(11 & spider)  
  • Rapporti: 11-13-15-18-21-24-28-32-36-40-46
  • Corpetto richiesto: shimano 9/10/11
  • Peso (dichiarato): 465g

12141006

La SUNRACE MX8 dalla sua ha anche un prezzo più vantaggioso rispetto alla SHIMANO e di fatto è il sistema più economico per avere una range di rapporti che non fa rimpiangere una classica 2x, ma economico in questo caso non significa di bassa qualità!

La cassetta è ben realizzata e nella sua  confezione si trova un manuale completo che permette a tutti di poterla montare senza particolari difficoltà. Una volta montata, venendo già da una trasmissione ad 11V, non ho dovuto far altro che verificare il CL e regolare la distanza tra pulegge e cassetta tramite l’apposita vite presente sul cambio. Può essere necessario in alcuni cambi la sostituzione di tale vite, ma è uno scenario che si può presentare con qualsiasi altro pacco del genere.

12141012

La cambiata

Fin dal primo utilizzo, la cambiata è stata perfetta e non ho dovuto toccare minimamente il registro del cambio o fare regolazioni di fine corsa, inoltre il passaggio da un pignone all’altro è preciso e poco rumoroso ma la sorpresa arriva una volta arrivati sul 40… Avevo il timore che il cambio avrebbe fatto difficoltà a salire, ma quando ho premuto il comando per salire sul 46. la catena è salita in un attimo senza neanche fare rumore!!! Sono rimasto sbalordito dalla cambiata silenziosa e veloce! Il passaggio dal 40 al 46 si sente sotto le gambe, ma non è cosi tanto evidente come si può pensare, proprio grazie allo scalino non troppo evidente, e questa sensazione si estendere a tutta la rapportatura, fornendo una cambiata lineare dal primo all’ultimo pignone. 

12141013

Finora ho fatto pochi chilometri con questo pacco pignoni, il tempo di farmi un idea del suo funzionamento che secondo me è impeccabile ed il pignone da 40 è un grosso vantaggio rispetto al 37 dello SHIMANO e nell’ultimo giro fatto a Civitavecchia l’ho usato molto spesso… se avessi avuto l’altra cassetta molto probabilmente sarei stato costretto ad usare più spesso il 46 e quindi a salire con cadenza più alta e velocità di percorrenza più bassa.

Il test continuerà e vi terrò aggiornati su eventuali evoluzioni, ma nel frattempo posso già azzardare una prima valutazione: se volete passare al monocorona senza spendere troppi soldi, avere un range molto ampio di rapporti ed una cambiata lineare, la soluzione SUNRACE ad oggi è sicuramente la migliore.

 

Un ringraziamento a Salvatore e Federico di Bicidamontagna.com per averci consigliato questa cassetta e supportato nella sua installazione. 

Facebook Comments
Condividi:
Share