Sui sentieri dei pastori

Tra gli itinerari storici di BiciNatura, per esplorare alcuni dei luoghi più belli e affascinati del Parco Monti Lucretili, la magnifica faggeta monumentale ed i Pratoni del Gennaro, e cimentarsi con la guida tecnica percorrendo in discesa la famigerata Scarpellata, l’antico sentiero scolpito dai pastori di Marcellina per condurre il bestiame ai pascoli d’alta quota.

Un po’ per scaramanzia, un po’ per comodità logistica, l’avventura inizia dove in genere termina l’esperienza in vita, il piazzale del cimitero di Marcellina, dove giungono puntuali sette valorosi bikers, Carmine, Andrea, Vittorio, Vikingo Ktm, Francesco, Marco e Gabriele, oltre al mio caro amico e braccio destro Marco, compagno di mille imprese. 

Armate le bike iniziamo a pedalare verso il centro del paese, proseguendo poi sulla strada provinciale per San Polo, fino all’altoforno dell’ex cava, dove campeggia l’effige di Teodora Fornari, il suggestivo murales di Luis Gomez de Teran in ricordo delle tante donne che hanno consumato la loro esistenza tra queste pietre.

RIMG2250

Qui inizia la dura salita per guadagnare quota, circa 500 metri di dislivello in 6 chilometri di rampe asfaltate, ma le magnifiche alberature in veste primaverile che ci accolgono come fossimo eroi trionfanti dispone gli animi ad affrontare qualsiasi sacrificio…

RIMG2253

e sulle ultime rampe il sacrificio comincia a diventare esperienza viva e concreta.

03261076

Poi l’asfalto finisce e si scende di sella, avanzando a spinta in un paesaggio brullo e inospitale. 

RIMG2278

Ma basta qualche piccolo passaggio in discesa per stimolare la fantasia dei più intraprendenti.  

RIMG2289

Ed il Grezzo Naturale lo inviti a nozze…

RIMG2294

Siamo nel cuore del Parco, ci addentriamo nella faggeta monumentale percorrendo per un tratto il sentiero 303, che abbandoneremo incrociando il Fosso di Valle Fura, per proseguire su una variante più agevole fino a Valle Cavalera, quello che alcuni frequentatori hanno battezzato sentiero dei Partigiani. Li accanto, sulla linea del Fosso di Valle Fura, procede parallelamente il sentiero 303, ribattezzato da altri frequentatori del Parco, sentiero degli Arditi, per dare una valida alternativa a chi con i Partigiani non vuole aver nulla da spartire.

Un bell’aneddoto di cultura locale da raccontare camminando, se non fosse che negli ultimi mesi la convivenza è divenuta difficile, sfociando in veri e propri atti vandalici, che dalla rimozione di tutte le scritte riferite ai Partigiani, raschiando in profondità la corteccia degli alberi ed imbrattando le rocce con vernice, sono passati alla rimozione della segnaletica ufficiale del Parco, trasformando un oasi di pace in terreno di lotta politica.

03261109

Per chi ama la natura e questi luoghi tutto questo è inaccettabile, non è il modo, né, soprattutto, il luogo, per confrontarsi su ideali e principi. Chi imbratta rocce ed alberi come questi, scrivendo con il pennarello o cancellando con la vernice, oltre a dimostrare scarsa sensibilità e povertà d’animo, commette un crimine contro l’umanità, come chi danneggia un’opera d’arte o un monumento storico, arreca un danno tangibile all’Ente Parco, ai contribuenti ed a tutti i frequentatori attuali e potenziali, e dovrebbe solo vergognarsi.

RIMG2297

Procediamo oltre, pedalando su un tappeto di foglie e muschi…

03261119

…e qualche albero caduto offre occasione per manovre trialistiche.

RIMG2312

Poi da Valle Cavalera ci reimmettiamo sul 303, percorrendo in sella la strettissima linea sinuosa ricavata nel letto di sassi del vallone carsico. 

RIMG2317

… fino a intravedere in lontananza la vasta distesa dei Pratoni del Gennaro.

RIMG2322

Qui una sosta è doverosa

03261149

ed anche la foto di gruppo.

03261151

Il monte Gennaro, destinazione finale dell’escursione, è avvolto tra le nubi… meglio non rischiare la faticaccia immane di portare le bici fin lassù per poi non riuscire neanche a godere di una bella vista. Decidiamo di saltare una tappa e dirigere subito sulla Scarpellata.

03261143

Una pedalata a perdifiato tra i cavalli al pascolo…

RIMG2341

una nuova immersione nell’ultima quinta boschiva prima del valico…

03261160

ed un’altra foto prima di iniziare la discesa, lo scorcio panoramico merita davvero. 

03261164

La discesa sulla Scarpellata

Gallery fotografica completa

Scarpellata

Facebook Comments
Condividi:
Share