sabato, Febbraio 24, 2024

Un giro nella Riserva Naturale Regionale Orientata Bosco delle Pianelle, nella propaggine sud-orientale delle Murge, covo leggendario dei Briganti di fine ‘800 e rifugio del Sergente Romano, l’ultimo eroico brigante di Puglia.
Oggi rappresenta un magnifico presidio naturalistico-ambientale, scrigno di biodiversità in un’area pesantemente segnata dallo sviluppo industriale. Siamo infatti a pochi chilometri dall’Ilva di Taranto, che con le sue esalazioni venefiche ammorba il territorio circostante, ma tra questi alberi sembra di essere in paradiso.

Si parte da Crispiano, dopo aver parcheggiato l’auto nella piazzetta di fronte al Bar Carpe Diem, si procede per un lungo tratto su asfalto (quasi dieci chilometri) e su strade secondarie, poco frequentate dalle auto, ci si inerpica sul grodone murgiano, con pendenze progressivamente più impegnative. Nei pressi del bosco si svolta a sinistra, su uno stretto sentiero che addentrandosi tra gli alberi conduce ad una carrareccia un po’ dissestata che prosegue in salita. Inizia l’esplorazione di un ambiente carsico molto suggestivo, dove il fragno, varietà di quercia tipica di questi luoghi, la fa da padrone, affondando le possenti radici nella roccia calcarea.

Guadagnato con un po’ di fatica il punto più alto del circuito, si procede nel bosco percorrendo una serie di sentieri molto ben tenuti, alternando brevi e piacevoli discese a salite assolutamente pedalabili. Si passa vicino l’Albero del Capitano, una quercia imponente dove la leggenda vuole che si incontrassero le bande di briganti che trovavano rifugio nelle numerose grotte del posto, poi si raggiunge il Centro Visite, e da qui comincia il tratto tecnicamente più bello e impegnativo.

Si conclude il giro scendendo il gradino calcareo della Murgia con oltre cinque chilometri di stretti trail che avanzano tra la fitta vegetazione, con passaggi su pietrame a scaglie, poi terra rossa con gradoni di roccia fissa e qualche drop. Nessun passaggio estremo, una discesa fattibilissima e di grande soddisfazione per chi possiede una certa padronanza di guida tecnica.  

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *