domenica, Febbraio 25, 2024

Lavoro in un’azienda multinazionale che realizza veicoli commerciali e vivo in Abruzzo, precisamente a Santa Maria Imbaro, un paesino vicino Fossacesia.

La prima volta che ho messo piede su un sentiero avevo 5 anni, mio padre mi portava sempre a camminare nelle Gole di Fara San Martino perché lui è originario di lì e si sa che alle origini non si sfugge.

La mia passione per la montagna e la natura è sempre stata dentro di me ma è venuta fuori all’età di 26 anni, quando ho abbandonato il calcio, che mi aveva accompagnato fin dall’infanzia, per dedicarmi alla MTB.

Come tutti ho iniziato facendo giri tranquilli nelle campagne attorno casa, fin quando una domenica un mio amico mi portò a Bocca di Valle, sulla Majella. Da lì è stato amore a prima vista. Ed è proprio in quel posto, che noi chiamiamo l’università della mountain bike, che ho mosso i miei primi passi in questo fantastico mondo.

La guida della bici sui sentieri di montagna mi ha appassionato subito e per almeno un anno tutti i weekend ero a girare in quel fantastico posto. La voglia di esplorare e conoscere sempre posti nuovi mi ha portato ben presto ad entrare nel mondo dell’all-mountain. Inizialmente non è stato facile perché non conoscevo nessuno che praticava questa disciplina e i miei amici di Bocca di Valle non erano disposti a spostarsi per raggiungere le varie mete, così ho fatto tutto da solo e la mia prima avventura fu proprio lui, il Monte Amaro, desiderato fin da quando ero bambino affascinato dai racconti del mio papà su quella montagna.

Da allora è stato un susseguirsi di vette e di sentieri, sempre alla ricerca di cose nuove. Tantissime avventure le ho vissute in solitaria perché la voglia di esplorare era talmente tanta che non mi importava se ero da solo o in compagnia. Questo in poco tempo mi ha portato a girare praticamente su tutto l’Appennino e dintorni, e almeno una volta l’anno ad organizzare vacanze in bici in posti sempre più belli.

Ho due bici, una full e una front da enduro ed uso entrambe senza distinzioni, anche se per la front ho un debole, mi piace affrontare con lei i sentieri più difficili, principalmente per migliorare la tecnica di guida e anche per soddisfazione personale.

L’anno scorso ho avuto il piacere di conoscere Stefano e con lui c’è stata subito una grande intesa e tuttora continuiamo a condividere insieme avventure, sempre alla ricerca dei sentieri più estremi.

Please follow and like us:
Pin Share