mercoledì, Aprile 17, 2024

Il giro che vi racconto oggi parte da Barete, un piccolo paese a pochi chilometri da L’Aquila. Tramite asfalto si raggiunge l’abitato di Arischia passando per Pizzoli. Questa zona è molto famosa tra i biker del centro Italia perché su queste montagne nasce il Vallone delle Cese Bike Park.

La traccia del percorso

Powered by Wikiloc

Dopo un breve tratto di ss80, si abbandona la civiltà imboccando il sentiero 121. A parte un primissimo tratto da fare a spinta per via del fondo smosso e ripido, la salita è tutta pedalabile fino a Fonte Ovindoli.

Inizio del Sentiero 121

La prima parte sale su una comoda carrareccia con pendenze mai troppo ostili. A circa metà salita, in prossimità di un fontanile inizia il bello.

La seconda parte del 121 è davvero molto bella

La strada bianca lascia spazio ad uno spettacolare single track che sale in un ambiente molto bello con il Fosso del Ferone alla nostra destra che visto da qui è davvero molto bello.

Fonte Ovindoli

Arrivato a Fonte Ovindoli dopo aver pedalato tutto, si scende di qualche metro e dopo pochi minuti sono all’ingresso del Fosso del Ferone. Recentemente ripulito dai ragazzi del Vallone delle Cese, si presenta in condizioni perfette. L’ambiente è davvero molto bello e la discesa veloce e scorrevole. Non manca qualche passaggetto su roccia ma nel complesso, si presenta flow con qualche tratto smosso.

Inizio del Fosso Del Ferone

Arrivato giù ad Arischia mi dirigo verso Pizzoli e più precisamente al Castello Dragonetti dove inizia la seconda salita, già percorsa più volte in altri giri. Una comoda strada bianca che sale tranquilla verso le Casette Recchiuti. Superate di poco queste ultime, si gira a sinistra verso il Rifugio Santa Pupa che vado a visitare dopo un breve anda/rianda.

Rifugio Santa Pupa

Da qui inizia l’ultimo pezzo di ascesa verso la vetta del Monte San Lorenzo seguendo il sentiero 20a. Dopo un centinaio di metri di dislivello da fare in portage, gli unici di giornata, arrivo in vetta.

Monte San Lorenzo

Il sentiero che scende dal San Lorenzo non è segnato sulle cartine ed inizialmente, se non si ha una traccia gpx, può diventare difficile da trovare. Dopo una prima parte un po’ confusa il trail entra nel bosco e diventa man mano sempre più visibile.

Un piccolo fontanile che si trova lungo la discesa

Un bel sentierino con qualche passaggio su roccia nella parte bassa che si ricollega al sentiero 20, già percorso a suo tempo per scendere dal Rifugio Santa Pupa. L’ultima parte di discesa è molto veloce e dopo qualche bel passaggio su roccia in pochi minuti sono giù a Barete.

Sentiero 20

In conclusione, giro veramente molto bello e adatto a tutti con bei panorami, belle salite e belle discese. Volendo si può evitare anche la vetta del San Lorenzo e quindi i circa 100 metri di portage, iniziando a scendere direttamente dal Rifugio Santa Pupa. 

Video della discesa

Galleria fotografica

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *